Un rapporto del centro studi di Italia Olivicola ha evidenziato che tra le oltre 500 varietà di oliva italiane, una decina rappresentano oltre il 70% della produzione nazionale di olio; tra queste c’è la Coratina.
Otto italiani su dieci comprano olio extravergine d’oliva prediligendo gli oli di qualità Dop e Igp.
Secondo la ricerca, il patrimonio di qualità italiana con 42 Dop e 7 Igp rappresenta il 40% delle Dop e Igp in Europa. Seguono, ma con 29 riconoscimenti ciascuno, Grecia e Spagna. Le tre denominazioni più importanti sono Dop Terra di Bari, Igp Toscano e la Dop Val di Mazara .
Le qualità più rappresentative sono la Coratina, l’Ogliarola e la Peranzana in Puglia, la Carolea in Calabria, la Nocellara e la Biancolilla in Sicilia, l’Itrana nel Lazio, la Frantoio e la Leccino nelle regioni centrali come Toscana, Umbria, Marche e Abruzzo, la Taggiasca in Liguria.
Grazie D’Imperio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.